loghi aufL’infinito plasma l’opera. La costruzione del Duomo di Milano

 


Si inaugura, presso il Palazzo Giureconsulti, la mostra “Ad Usum Fabricae. L’infinito plasma l’Opera. La costruzione del Duomo di Milano”, promossa da Compagnia delle Opere di Milano e dal Centro Culturale di Milano con il contributo di Metropolitana Milanese.

Auf articolo

Realizzata in collaborazione con la Veneranda Fabbrica del Duomo, la mostra è stata proposta per la prima volta al Meeting di Rimini 2012, con un’affluenza record di oltre quarantamila presenze in otto giorni e un notevole successo del catalogo, scritto dalle curatrici Martina Saltamacchia e Mariella Carlotti (ventimila le copie vendute ad oggi).

Nel mondo medioevale, un edificio esprimeva la natura dell’uomo come rapporto con l’infinito: la Cattedrale. In essa il popolo trovava l’immagine ideale della propria unità. La mostra presenta il secolare cantiere del Duomo di Milano. La costruzione della cattedrale coinvolgeva tutta la città, era l’opera per eccellenza cui tutti, in vario modo, partecipavano. Lo testimoniano gli Annali della Fabbrica del Duomo, che fanno rivivere le commoventi storie di uomini e donne che davano il loro contributo all’impresa comune: il mercante che lascia alla Fabbrica la sua fortuna, le prostitute che offrono al mattino la decima del lavoro notturno, la vecchietta che dona il suo lavoro e perfino la pelliccetta con cui si ripara dal freddo.


L’apertura al pubblico è prevista dal 19 al 29 aprile inclusi, con ingresso gratuito, dalle 10 alle 20.
La mostra si avvale di alcuni pezzi originali appartenenti al patrimonio della Veneranda Fabbrica e del Museo del Duomo, tra cui il testamento Olografo del benefattore Marco Carelli e una guglia originale. L’allestimento espositivo sarà arricchito da un accurato apparato didascalico e gli ospiti saranno inoltre accompagnati da guide opportunamente formate. Presso il bookshop della mostra sarà disponibile il libro-catalogo, al costo di 15 euro.

 

Condividi