Carceri: incontriamo l’esperienza brasiliana delle APAC

Giovedì 20 aprile ore 21,00
Auditorium CMC
Largo Corsia dei Servi, 4 – Milano (MM3 Duomo – MM1 San Babila)

In collaborazione con:
incontro e presenza

 

 

 

 

 

homo faber

 

 

 

 


 

Amando O Proximo Amaras a Cristo (Amando il Prossimo amerai Cristo).

Dialogo e incontro con:
Tatiana Flavia Faria de Souza,
Responsabile Giuridica di Apac

Intervengono:
Patrizia Colombo, Cooperativa Homo Faber
Fabio Romano, di Incontro e Presenza

A Milano, in Lombardia, diverse persone, mosse da una reale esperienza di condivisione, si prendono cura dei carcerati. Gente comune, professionisti, famiglie, oltre chi opera nel campo della giustizia e della sua amministrazione, la quale mostra tutte le fatiche di una società come la nostra invecchiata, incerta, teorica.
Dopo la visita di Papa Francesco la città che lo ha voluto seguire inizia a intuire che la società è qualcosa che si vive e non si teorizza.
“La misericordia di Dio, capace di trasformare i cuori, è anche in grado di trasformare le sbarre in esperienza di libertà” (Papa Francesco)

In due luoghi significativi di Milano, l’Università Cattolica a cura di Ateneo Studenti e nel Tribunale, a cura di Libera Associazione Forense, viene esposta la Mostra “Dall’amore nessuno fugge”, realizzata dal Meeting di Rimini, sull’esperienza delle Apac del Brasile. Una realtà straordinaria: 50 carceri gestiti da detenuti, senza agenti di polizia, dove non ci sono state ribellioni, violenze e fughe di massa nei 40 anni di attività e dove il tasso di recidiva è inesistente contro l’85% delle carceri brasiliane tradizionali e contro il 70% di quelle italiane.

Al CMC si terrà l’incontro con Tatiana Flavia Faria de Souza, Responsabile Giuridica di Apac venuta a Milano per la Mostra in università Cattolica. La desideriamo incontrare per imparare dalla loro esperienza e per soddisfare il suo desiderio di conoscenza e dialogo con le presone che qui operano negli istituti penitenziari.

GALLERY

CONDIVIDI