15/04/2010

da lunedì a venerdì, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18,
domenica dalle 15 alle 18
ingresso gratuito

“Centro Culturale di Milano” e “W. G. Congdon Foundation” presentano uno dei protagonisti della fotografia italiana degli ultimi 50 anni.

Il maestro friulano ritorna, dopo quasi quarant’anni, a
Milano (nel 1963 vi aveva tenuto due mostre, rispettivamente, alla Biblioteca
Comunale e all’Ambrosianeum).
In mostra più di cento foto di paesaggi,
articolate per lo più in trittici, opere che appartengono alla fase più matura dell’artista – dagli anni novanta agli
inizi del nuovo millennio, con qualche incursione negli anni ’80.
La forma del trittico è particolarmente consona alla
vocazione contemplativa di Ciol, al suo sentimento di quell’ordine creaturale che egli –
con uno spirito che oggi si potrebbe definire glocal – sa scoprire in tutti i luoghi e in tutti
i climi: dal suo amato Friuli al deserto libico, dalla Siria allo Yemen e alla Cina.

Canone inverso A_ElioCiol© Sauris-Abitare il legno -C_ElioCiol© elio-ciol-a-villa-manin RitmiFluenti (1)