Presentazione del libro
G.K. CHESTERTON. L’ENIGMA E LA CHIAVE
di Ubaldo Casotto, prefazione di Stefano Alberto, Edizioni Lindau, 2011

 

Chesterton ci piace, e piacerà in futuro, perché, come dice Stefano Alberto nella prefazione di questo volume, “è un uomo vivo che ci aiuta a restare vivi”.
Chesterton non fu filosofo, ma nei suoi libri si trova la migliore filosofia, e questo volume ne ricostruisce il percorso attraverso saggi, romanzi, pamphlet polemici, articoli. Impossibile ricavarne un sistema, semmai – secondo l’ uso della scolastica – glosse, note a margine, appunti di lettura. Ne emerge alla fine il quadro di un realista in lotta con il nichilismo, di un razionalista in lotta con i razionalisti, di un uomo libero in lotta con i libertari, di uno spirito religioso in lotta con le religioni, di un uomo che infine abbracciò la follia della croce per combattere la pazzia del riduzionismo moderno, tenendo fede al suo motto: “Per uno che sappia appena tenere in mano una spada è sempre un onore accettare un duello”.
Rileggere Chesterton aiuta a diventare protagonisti della sfida lanciata da Benedetto XVI alla postmodernità: “Allargare i confini della ragione”.

 

intervengono
Ubaldo Casotto, giornalista, autore del volume
Paolo Cevoli, attore

 

LUOGO: Sala Verri del Centro Culturale di Milano

Foto
Approfondimenti
Invito
Comunicato Stampa
Testo dell'evento
Audio dell'Evento