04/03/2010

BSC_2625 (Custom)

Adriana Innocenti

BSC_2631 (Custom) BSC_2633 (Custom) BSC_2635 (Custom) BSC_2638 (Custom) DSCF5550 (Custom) DSCF5620 (Custom) DSCF5728 (Custom)

Questo libro è una confessione d’amore, in cui l’amante è un’attrice e l’amato è il Teatro. Come ogni confessione d’amore degna di questo nome, essa è ad un tempo il riconoscimento di errori e peccati, ma anche (e soprattutto) una professione di fede, è un libro insomma profano e sacro. Si tratta di storie e aneddoti dietro le quinte di una delle ultime grandi attrici del teatro di prosa italiano. Incontri, scontri, interpretazioni, racconti di vita vissuta scritti dalla stessa Adriana Innocenti, in sessant’anni di carriera. Dal varietà con la Wanda alle impressionanti interpretazioni delle eroine tragiche greche, alfieriane e testoriane. Da un Vittorio de Sica che balla la conga mescolando polenta, a Eduardo che regala orchidee “usate”, ai camerini addobbati dalle odiate primedonne, alle serate nei fumosi locali degli attori squattrinati: duecento pagine tutte da leggere, divertenti, scanzonate, nello stile di questa autentica e unica “bestia di teatro”.

Relatori: Adriana Innocenti, Piero Nuti e Piero Giau