La prima delle letture poetiche di questa stagione a cura del Centro Culturale di Milano presenta due autori affermati coinvolti nel lavoro e nella poesia di due nuovi interpreti. Il CMC prosegue così nella finalità che lo caratterizza nella scoperta della poesia contemporanea e nella riscoperta del senso di quest’arte per il nostro tempo. Milo De Angelis e Davide Rondoni offriranno al pubblico la lettura di alcuni loro versi inediti per poi presentare rispettivamente gli ultimi lavori di Angelo Chiuchiù e di Corrado Benigni.

In “Tribunale della mente” (Ed. Interlinea, 2012) il bergamasco Benigni affronta i temi della giustizia con gli occhi del poeta. L’autore, si muove in una lotta costante tra cuore e cervello, il primo a dettare la sua sapienza, l’antica sapientia cordis, che tutto già sa e prevede: le colpe etiche degli incolpevoli, le riserve mentali degli innocenti, le attenuanti dei colpevoli. Il secondo a dettare norme, codici, prevedere l’evoluzione delle dottrine, fino al relativismo giuridico. Secondo le più alte lezioni poetiche novecentesche e riuscendo a riviverle come alimento per una poetica propria, originale e accattivante.

Il lavoro dell’umbro Lorenzo Chiuchiù, “Sorteggio” (Ed. Marietti, 2012), è lirico e visionario, segnato da un fuoco imperativo, attraversato dal contrasto: l’istante e l’irrimediabile, le ere e la febbre dell’unicità, la luce e il deserto di una notte anonima. Eppure i violenti intrecci tra le immagini sono vincolati da un legame segreto; si entra in nessi sconcertanti, in ciò che chiede di essere irripetibile. Una parola frontale riporta la furia dell’esistenza alla sua dismisura e al suo limite. La battaglia è fra ciò che illumina le vite e ciò che le destina al nulla.

 

 

 

con

Corrado Benigni

Nato nel 1975 a Bergamo, dove vive e svolge la professione di avvocato, ha pubblicato la silloge “Giustizia in Poesia contemporanea. Decimo Quaderno italiano” (Marcos y Marcos, Milano 2010) e la raccolta in versi “Alfabeto di cenere” (LietoColle, Faloppio 2005). Le sue poesie sono presenti in varie antologie e diverse riviste.

Lorenzo Chiuchiù

Nato a Perugia nel 1973, insegna all’Accademia di Lingua Italiana Assisi. Ha pubblicato studi su Hoffmann, Hölderlin, Baudelaire e Char in «Estetica» e «Davar», e un saggio in Sergio Quinzio, il messia povero (2004). Ha curato Metafisica cristiana e neoplatonismo (2004) e La devozione alla croce (2005) di Albert Camus; e Mallarmé, la lucidità e il suo volto d’ombra (2010) di Jean-Paul Sartre. È redattore di «Davar». Nella collana Niebo, diretta da Milo De Angelis, ha pubblicato Iride incendio (2005).  Sorteggio è il suo secondo libro di poesia.

Milo De Angelis

Milo De Angelis vive a Milano dove insegna in un carcere. La sua prima raccolta di poesie risale al 1976 (Somiglianze).
Scrittore di racconti e saggi, è stato anche traduttore dal francese di Racine, Baudelaire, Maeterlinck, Blanchot, Drieu La Rochelle, e dal greco e dal latino di Eschilo, Virgilio, Lucrezio, dell’Antologia Palatina e di Claudiano.
Ha diretto la rivista di poesia «Niebo» e la collana omonima delle edizioni La Vita Felice, per la quale ha presentato altri poeti contemporanei, tra i quali Marco Molinari, Angelo Lumelli, Dario Capello (di cui ha prefato anche un volume su Torino), Michelangelo Coviello, Maria Attanasio, Andrea Leone, Isabella Leardini, Vladimiro Cislaghi, Lorenzo Chiuchiù, Roberto Bacchetta, Albino Crovetto, Sebastiano Aglieco, Emi Rabuffetti, Tiziana Cera Rosco, e altrove Carmelo Pistillo, Marco Marangoni, Ida Travi, Tiziano Broggiato, Elena Petrassi, Nadia Campana, oltre a opere pittoriche e artistiche di Viviana Nicodemo, Giovanna Caimmi e Paolo Cervi Kervischer.
Ha partecipato e partecipa alle giurie di diversi premi letterari, tra i quali quello promosso dall’Associazione Umbra di Promozione Culturale “Gutenberg”, Premio Nazionale di Poesia “Luciana Notari” nel 2009, e quello testimoniato con Davide Rondoni in Subway 2004-2006, sulla giovane poesia nella metropolitana milanese.
Con Tema dell’addio ha vinto il Premio Viareggio 2005.

Davide Rondoni

Davide Rondoni, nato nel 1964 a Forlì, si è laureato in Letteratura italiana all’ Università di Bologna, dove ha fondato e dirige il Centro di poesia contemporanea. È presente nelle più importanti antologie di poesia italiana del II Novecento edite da Mondadori e Rizzoli e cura le collane di poesia de Il Saggiatore e Marietti. Dirige la rivista di poesia e arte ClanDestino, in Rai Sat 2000 cura e conduce programmi di poesia e dibattito culturale. Le sue raccolte poetiche più recenti: Avrebbe amato chiunque, 2003, Compianto, vita, 2003, Il veleno, l’ arte, 2004, L’ acqua visitata dal fuoco, 2005, Vorticosa, dipinta, 2006. Narrativa: I santi scemi, 1996. Tra i saggi ha scritto La parola accesa, 2006, Il fuoco della poesia. In viaggio nelle questioni di oggi, 2008. Ultime antologie: La poesia è il tempo, 2007, Mettere a fuoco Dio, 2007, Dante, Commedia, 2001, Il pensiero dominante. Antologia della poesia italiana 1970-2000, 2001.

 

Luogo: Sala Verri del Centro Culturale di Milano

Ingresso libero
Info e prenotazioni: 02/86455162
Prenotazione soci
Prenotazione non soci

Foto

Condividi

 

I Promessi Sposi nella città contemporanea.

“Perché m’avete presa?” - Il rapimento di Lucia

con Lucia Bellaspiga
attore Laura Piazza

 

 

Per seguire la diretta streaming dell'incontro clicca qui