Quale novità e quali cambiamenti dal grande incontro tra il Papa e le Chiese Orientali, al termine nel lungo Sinodo in chiusura il 24 ottobre?
A Milano, al CMC, i rappresentanti delle Chiese dell’Egitto e di Cipro (il Patriarca e l’Arcivescovo), del Parlamento Europeo e dell’Osce e del dialogo arabo occidentale.Dalla Terra Santa all’Arabia, dall’Irak alla Turchia e al mediterraneo, ascolteremo attraverso di loro le reazioni e la testimonianze del giorno dopo, con uno sguardo all’Europa e a quanto possiamo fare per sostenere la presenza dei cristiani nelle società dell’Oriente mediterraneo e asiatico.
Si parla di un nuovo inizio e di necessaria comunione con tutti i cristiani, insieme ad una nuova consapevolezza, chiesta da Benedetto XVI, di ripartire da Uno.

Anche noi abbiamo bisogno di imparare da coloro che convivono con gli aspetti più acuti dei problemi di oggi che proprio in quell’area troviamo concentrati: l’immigrazione dei cristiani asiatici in Arabia (nella irrealtà post moderna di Abu Dahbi), la sopravvivenza delle antiche comunità, la lenta ed inesorabile emigrazione dei cristiani oppressi dalla mancanza di diritti e dall’esclusione sociale, la minaccia alla libertà di culto tra l’Algeria e la Tunisia, una nuova comprensione del ruolo dei cristiani nella società mediorientale, il dalogo con ebrei e musulmani.

intervengono
S.B. Rev.ma Antonios Naguib, Patriarca dei Copti de Il Cairo
S.E. Mons. Youssef Soueif, Arcivescovo di Cipro
Samir Khalil Samir SJ, Islamologo
Mario Mauro, Eurodeputato

Approfondimenti
Invito
Comunicato Stampa
Testo dell'Evento
Audio dell'Evento