Venerdì 15 marzo ore 18,15
Auditorium CMC
Largo Corsia dei Servi, 4 – Milano

Incontro con
Piero Boitani, Professore Ordinario di Letterature Comparate nell’Università “La Sapienza” di Roma e docente di Letteratura comparata nell’Università della Svizzera Italiana a Lugano

Coordina

Gian Corrado Peluso, docente di Letteratura italiana

Conferenza e dialogo

Un’occasione unica e rara per incontrare da vicino e dialogare con il grande critico letterario, maestro delle letterature, dantista, anglista, studioso del mito, della Bibbia e delle sue riscritture.

Nei suoi scritti spesso parla del “riconoscere” non solo come un meccanismo o uno strumento della narrazione, ma come un accadere, un affiorare di una conoscenza che passa attraverso la carne stessa dell’esperienza umana. In quell’atto è come se l’uomo fosse a tu per tu con la trama ultima del proprio volto.

Piero Boitani riceve il Premio Balzan 2017

Il grande studioso parlerà riguardo a che cosa consente questo tipo di esperienza del testo letterario, se uno sguardo particolare sul testo o il frutto di un certo modo di interrogarlo.
E’ la natura stessa dei testi, la loro genesi -che forse contiene sempre un “noi” nell’esperienza di chi scrive- ciò che consente un’esperienza di tale profondità?
Alla scopetta dunque di ciò che si rende contemporaneo, arriva sino a noi e del “perché”, con esempi dalla letteratura mondiale e della nostra “lunga” storia.


Chi desidera inviare domande e osservazioni –persone, docenti, classi- tratte dalla lettura di qualche testo di Boitani può farlo inviando a
scuolascrittura@cmc.milano.it

 

Biografia Piero Boitani
Professore Ordinario di Letterature Comparate all’Università La Sapienza di Roma. Nel 1975 ha conseguito il dottorato in Letteratura Inglese e Italiana presso l’Università di Cambridge. Dantista, anglista, studioso del mito, della Bibbia e delle sue ri-scritture. Ha svolto attività di traduttore e scrive su L’indice dei libri del mese e Il Sole 24 Ore. È stato tra gli organizzatori del Congresso Ulisse: archeologia dell’uomo moderno al Palazzo delle Esposizioni di Roma del 1996. È stato Presidente dell’Associazione Italiana di Anglistica e della Società Europea di Studi inglesi, di cui è Presidente Onorario. È Fellow della British Academy, della Medieval Academy of America, della Dante Society of America; socio de Il Mulino, dell’Accademia Polacca di Arti e Scienze, dell’Academia Europea, dell’Accademia delle Scienze di Torino, dell’Arcadia, dell’Accademia dei Lincei e Direttore Letterario della Fondazione Lorenzo Valla. Nel 2002 ha vinto il Premio Feltrinelli dell’Accademia dei Lincei per la Critica Letteraria, nel 2010 il Premio De Sanctis, nel 2016 il Premio Balzan per la Letteratura Comparata. Attualmente è docente di Letteratura comparata presso l’Università della Svizzera italiana (USI) di Lugano.

GALLERY

CONDIVIDI

 

I PROMESSI SPOSI.
NELLA CITTA’ CONTEMPORANEA

 

Cap. XXXII
“Il buon senso c’era ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune”
La Città in mano alle opinioni: le ragioni della fiducia reciproca
con Ruggero Eugeni, docente di Semiotica dei Media, nell’Università Cattolica di Milano

 

 

ore 18.30

Per seguire la diretta streaming dell'incontro clicca qui