Danimarca (1987) di Gabriel Axel, con Bibi Andersson, Stéphane Audran, Jarl Kulle, Lisbeth Movin, Bendt Rothe.

è ora di andare al cinema
Rassegna cinematografica con presentazioni a sorpresa
L’anno della Fede.

a cura di
Centro Culturale di Milano / Cinema Palestrina / Sentieri del Cinema
 

Introduce il film: Giancorrado Peluso

Una cuoca francese, rifugiata in Danimarca, viene accolta e presta servizio per due sorelle nubili. Per ringraziarle, organizza un pranzo
25888memorabile. 

L’eternità di natura, amore e Dio

Quando è stato eletto Papa Francesco, ci ha sorpreso scoprire che il suo film preferito è un grande film sulla fede, Il pranzo di Babette. La storia di una donna francese che trova rifugio in un villaggio in Danimarca, presso due anziane sorelle che vivono nel culto e nel ricordo di un padre severo che aveva fondato una specie di comunità religiosa (quasi una setta) di derivazione luterana; ma la comunità stava disgregandosi tra i rancori. Babette, cameriera presso le due brave donne (mai sposate perché “consacrate” a seguire la via aperta dal padre), si vuole sdebitare per la loro generosità con un grande pranzo. Un film su due modi diversi di vivere la fede, e sulla capacità di sorprendere indizi e segni che rimandano a qualcosa di più grande. Così ne parlò l’allora cardinale Bergoglio nell’autobiografia raccolta da due giornalisti: «Vi si vede un caso tipico di esagerazione di limiti e proibizioni. I protagonisti sono persone che vivono in un calvinismo puritano esagerato, a tal punto che la redenzione di Cristo si vive come una negazione delle cose di questo mondo. Quando arriva la freschezza della libertà, lo spreco per una cena, tutti finiscono trasformati. In verità questa comunità non sapeva che cosa fosse la felicità. Viveva schiacciata dal dolore… Aveva paura dell’amore».

Luogo: Cinema Palestrina

Ingresso 6 € (soci Sentieri del Cinema e CMC 3 €)sentiericinema
Le proiezioni hanno luogo alle ore 21 presso il cinema Palestrina via G.P. da Palestrina, 7 – Milano [MM1-2 Loreto] – 0286455162
www.sentieridelcinema.it / info@sentieridelcinema.it

 

 

Condividi


Lunedì 1 giungo 2020 h. 21.00

“L’involontaria rivolta dell’uomo consapevole della propria fragilità”
nei 50 anni dalla morte (1 giugno 1970)

Clicca qui per vedere il video

uno straordinario dialogo con alcuni poeti e critici letterari

Nicola Bultrini
, poeta e scrittore, Roma
Giuseppe Conte, poeta e scrittore, Sanremo
Roberto Galaverni, de “La Lettura” del Corriere della Sera, Berlino
Francesco Napoli, Mondadori, Milano
con letture dell’attrice Laura Piazza
e spezzoni del docufilm Rai di Gabrella Sica “Vita di un uomo”