“Io ho avuto dei ragazzi in affido. Mi ricordo che il primo era di un’agitazione e un’ansia pazzesca e l’unica possibilità di aiutarlo era dirgli: «Stai tranquillo, la tua ansia non mi manda in crisi; io sono salda qui, in un terreno più solido di quello dove sei tu. Se ti attacchi ti tiro dalla mia parte». Quando un ragazzo sente questa sicurezza è come se cominciasse a mettere in azione quel minimo di energia che ha – che noi chiamiamo libertà -, per cui la capacità di incominciare a essere positivo nel costruire gli permette di fare un’esperienza di cammino educativo”

Emilia Vergani

Introduce:
Michele Lenoci, Preside della facoltà di Scienze della Formazione, Un. Cattolica

Intervengono
Emanuele Boffi, Giornalista del Settimanale Tempi
Angela Familari, Direttrice di CDO-Monza e Brianza
Fabio Folgheraiter, Professore Straordinario nella facoltà di Scienze del Servizio Sociale, Un. Cattolica
Stefano Giorgi, Direttore di In-Presa
Giovanna Rossi, Professore Ordinario di Sociologia della famiglia, Un. Cattolica
Jacopo Vignali, Presidente della Fondazione Emilia Vergani

conclude
Simonetta Polenghi, Professore Ordinario di Storia della Pedagogia, Un. Cattolica

 

Approfondimenti
Invito
Comunicato Stampa