Dopo la visita di Francesco,
l’attualità del “perdono di Renzo” ne I Promessi Sposi

Evento inaugurale dell’anno del CMC
In collaborazione con Teatro de Gli Incamminati
venerdì 6 ottobre ore 18,15
Teatro San Babila, piazza s. Babila (MM1 S. Babila, Duomo; MM3 Duomo)

Introduzione teatrale
di e con Gabriele Parrillo,
Daniela Savoldi al violoncello

 

 

Dialogo con

Ferruccio De Bortoli. giornalista
Stefano Boeri, architetto
Claudio Burgio, sacerdote
Luca Doninelli, scrittore

 

Con la sua visita a Milano, Papa Francesco ci ha ricordato come, guardando la città con gli occhi dei poveri, si aprono spazi d’intervento e una nuova capacità di intelligenza e di comprensione di problemi che media, festival e convegni mettono insistentemente in agenda, ma che ben difficilmente giungono sul tavolo di chi dovrebbe prendere le decisioni giuste.
Eppure, tutti sappiamo che è su questo che si gioca il futuro delle nostre città e della società tutta.
Per questo ciascuno ha il dovere di interrogare sé stesso. Quali responsabilità ci assumiamo? E’ davvero possibile scommettere su un’amicizia tra diversi fondata sulla libertà? La città c’è e cresce, ma «che vita possiamo perdere vivendo»?
Un romanzo, il grande romanzo della nostra città, ha raccontato tutto questo con un respiro che nulla ha perso della sua attualità, anche in una situazione come la nostra, confusa e pericolosa per la salvaguardia della libertà di ciascuno.
Forse anche a noi, oggi, è necessario un gesto di perdono, come quello che Renzo, gratuitamente, senza possibilità di calcoli, fa nei confronti dell’ingiustizia e della prevaricazione, interrompendo così la catena della rabbia e del rancore, della indifferenza e della scontatezza.

In collaborazione con

 

GALLERY

CONDIVIDI