Rassegna a cura di Luca Doninelli, Camillo Fornasieri e Gabriele Allevi

Lettura dei Capitoli del romanzo di Alessandro Manzoni

il giovedì alle 18.30 allo Spazio Banterle
presso il Centro Culturale di Milano, Largo Corsia dei Servi, 4 (MM1 S. Babila; MM3 Duomo)

Ingresso € 2,00 – Amici CMC € 1,00

Crediti Formativi per i Docenti delle Scuole (ogni ordine e grado) con rilascio di Attestato Legale di frequenza. Crediti formativi anche per gli Studenti della Secondaria Superiore

Riprende la Lettura dei Promessi Sposi con Ospiti e Attori

Milano e il suo romanzo-totem, I Promessi Sposi. L’una come l’altro capaci di grandi consolazioni, di ampie visuali, eppure legati a un senso drammatico, se non tra­gico, della vita. Per quanto allettati dalle magnifiche sorti e progressive, i milanesi sanno che si sta sempre come su un bivio, che ad ogni passo si spalancano mille possibilità, non tutte luminose. Per questo abbiamo voluto rimettere questa città, in questo preciso momento della sua storia, con le sue incertezze e le sue scelte non rimandabili, davanti al suo libro per eccellenza, invitando poeti, architetti, politici, scienziati, psichiatri, giornalisti, scrittori, uomini di spettacolo a misurar­si con le sue parole dure, definitive e splendide.


Giovedì 24 gennaio 2019 h. 18,30

Capitolo XXVIII
“Gli effetti del cattivo governo”

con Ferruccio De Bortoli, giornalista

legge Valerio Bongiorno

“… noi uomini siam in generale fatti così: ci rivoltiamo sdegnati e furiosi contro i mali mezzani,
e ci curviamo in silenzio sotto gli estremi; sopportiamo, non rassegnati ma stupidi, il colmo di ciò che da principio avevamo chiamato insopportabile”


Giovedì 7 febbraio 2019 h. 18,30
Capitolo XXVIII (ancora)
“In quale Milano avverrà la peste”

con Don Tullio Proserpio, Cappellano Istituto dei Tumori

legge Fabio Zulli

 

“Il lazzeretto di Milano (se per caso, questa storia capitasse nelle mani di qualcheduno che non la conoscesse, né di vista nè per descrizione) è un recinto quadrilatero…”


Giovedì 10 gennaio 2019 h. 18,30
Capitolo XXVII
“Le parole giuste, le parole sbagliate”

con Andrea Tarabbia, scrittore

Legge Andrea Carabelli

“Il contadino che non sa scrivere, e che avrebbe bisogno di scrivere, si rivolge a unoche conosca quell’arte…
Il letterato, parte intende, parte fraintende, dà qualche consiglio, dà qualche consiglio, propone qualche cambiamento…”
Il contadino che c’è in tutti noi, il letterato che c’è in tutti noi


Per ulteriori informazioni:
www.centroculturaledimilano.it
tel. 0286455162/68
www.incamminati.it
biglietteria@incamminati.it

Comunicazione e ufficio stampa:
Enzo Manes 3382694209

CONDIVIDI