COSA C’È QUANDO C’È LA POESIA?
Certezze e ambiguità del nostro tempo intorno ad un’eterna espressione

Appello: poesia, presente!
A partire da un’antologia ragionata e critica dagli anni ’70 ad oggi, un dialogo aperto sulla presenza tra i potenti mezzi predominanti il nostro tempo di una parola diversa, legata al profondo dell’esperienza. È mutata? Cosa serve? Ne parlano diversi protagonisti e amici.
Sulla scorta di Romano Guardini “un’opera poetica non è soltanto espressione, ma anche affermazione. Ogni affermazione sta per sua essenza sotto il criterio di misura della verità”.

Dialogo intorno a
“Poesia presente” In Italia dal 1975 al 2010
di Francesco Napoli, Raffaelli editore

intervengono
Maurizio Cucchi
Francesco Napoli
Ermanno Paccagnini
Davide Rondoni

ne discutono insieme
Tiziano Broggiato, Milo De Angelis, Adele Desideri, Roberto Mussapi,Loretto Rafanelli, Antonio Riccardi e Alessandro Rivali

LUOGO: Sala Verri del Centro Culturale di Milano

Foto
Approfondimenti
Invito
Comunicato Stampa
Audio dell'Evento
Rassegna Stampa


Lunedì 1 giungo 2020 h. 21.00

“L’involontaria rivolta dell’uomo consapevole della propria fragilità”
nei 50 anni dalla morte (1 giugno 1970)

Clicca qui per vedere il video

uno straordinario dialogo con alcuni poeti e critici letterari

Nicola Bultrini
, poeta e scrittore, Roma
Giuseppe Conte, poeta e scrittore, Sanremo
Roberto Galaverni, de “La Lettura” del Corriere della Sera, Berlino
Francesco Napoli, Mondadori, Milano
con letture dell’attrice Laura Piazza
e spezzoni del docufilm Rai di Gabrella Sica “Vita di un uomo”