In collaborazione con

Gli incontri si svolgeranno nel mese di Maggio 2020 il martedì h. 21.00

Conduce il ciclo Mauro Ceroni
Primario del Dipartimento di Neurologia Generale dell’Istituto Neurologico Nazionale Mondino,
Professore di Neurologia all’Università di Pavia


19 maggio 2020 h. 21.00

A CACCIA DI NEUROSEGNALI
Modelli cerebrali biologici, in computer, reti neurali e esperienza personale

con Sergio Martinoia
Docente di Bioingegneria, Dipartimento di Informatica, Bioingegneria,
Robotica e Ingegneria dei sistemi (DIBRIS), Università degli Studi di Genova

VIDEO


26 maggio 2020 h. 21.00

COME SI ORIGINA LA PAROLA
L’inganno delle lingue geniali: razzismo e neuroscienze

Il linguaggio umano: dalla sintassi al significato e all’esperienza
con Andrea Moro
Docente di Linguistica generale e Rettore Vicario IUSS,
Istituto Universitario di Studi Superiori di Pavia.
Autore di La razza e la lingua, La nave di Teseo

VIDEO


2 giugno h. 21.00

DENTRO E FUORI IL CERVELLO
Dai meccanismi della vigilanza all’esperienza

con Marcello Massimini
Docente di Fisiologia umana presso l’Università degli Studi di Milano.
Autore, con Giulio Tononi, di Nulla di più grande, Baldini & Castoldi

VIDEO


“La nostra incapacità come scienziati di fornire una spiegazione della coscienza individuale non è più misteriosa della incapacità di spiegare perché c’è qualcosa e non il nulla. Forse un mistero esiste, ma non è un mistero scientifico”
Gerald Edelman, Biologie de la Conscience)

La soggettività, il mio io, è qualcosa che sta al fondo, è un grande mistero.
Dopo mesi in cui la realtà ha scompaginato in modo così improvviso le nostre capacità di ragionamento, previsione ha un senso riprendere il ciclo di Scienza cui il Centro Culturale di Milano e Euresis avevano pensato per questo inizio di primavera del Programma 2020.

Espressività, pensiero, immaginazione e la soggettività: cercare umilmente di sviscerare, da punti di vista diversi, cercare umilmente di osservare come funziona il nostro cervello e la relazione con ciò che chiamiamo Esperienza è oggi ancora più decisivo della curiosità che muove da tempo la scienza e le neuroscienze.
Non c’è un istante di noi che non implichi il nostro cervello: io non sono separabile dal mio cervello.
Tutta la nostra espressività, qualunque atto di ciò che pensiamo, sentiamo, immaginiamo viene portato all’esterno, espresso, tutto, attraverso il nostro cervello.

Cercare perciò di comprendere la meraviglia di come funziona il cervello, più in qualche modo saremo aiutati ad accorgerci ancora di più della profondità, della misteriosità della persona umana.

Il ciclo di serate in streaming sul sito e sui Social del CMC, su Youtube e Facebook seguirà queste tappe:
esplorare il cervello umano per scoprire come è possibile ascoltare, decodificare, interpretare i segnali cerebrali. Si può “modellizzare” il cervello e il suo funzionamento? Con quali risultati e una domanda: perché?
entrando nel tema semplice e vertiginoso della originalità del linguaggio umano, della sua relazione con il cervello e le sue funzionalità, la considerazione che non esistono razze ma un unico linguaggio.
infine guardando a come funziona il cervello umano, cosa sappiamo bene e cosa ancora non conosciamo e dunque quali nessi ci sono tra le funzionalità cerebrali note e le nostre esperienze ad esse correlate

 

CONDIVIDI