Presentazione del libro di Francesco Occhetta, ed. San Paolo

Mercoledì 2 ottobre 2019 ore 21,00
Auditorium San Paolo
Via Giotto, 36 – Milano (MM1 Buonarroti)

Saluto introduttivo di
Don Simone Bruno, Direttore Editoriale edizioni San Paolo

Intervengono
Marta Cartabia, Vicepresidente della Corte Costituzionale
Guido Merzoni
, Preside della Facoltà di Scienze Politiche e Sociali, Università Cattolica del Sacro Cuore
Sabino Cassese, Giudice emerito della Corte Costituzionale
Francesco Occhetta

Coordina
Giorgio Vittadini, Presidente Fondazione per la Sussidiarietà

PER PARTECIPARE ALL’INCONTRO REGISTRATI CLICCANDO  QUI

Attenzione, perplessità, desiderio di verità, accompagnano molti in questo tempo di cambiamenti e crisi delle rappresentanza. Diremmo anche crisi del pensiero culturale che tocca tutte le formazioni della politica, vecchie e nuove della politica, e tutti noi, senza tirarci fuori.

Le istituzioni non sono da meno e la loro crisi è parte delle risposte mediatiche e stentoree in atto. Ma tracce di novità nella vita della società ve ne sono e molte. Si tratterà di non essere di nuovo teorici. Interessanti riflessioni e libri hanno di recente guardato a questi temi, come quello di Matteo Forte, dal significativo titolo “I buoni amano la libertà –Cogliere la sfida dei populismi per tornare ad essere popolo” e Anna Ascani “Storie di una generazione fragile”

Un acuto osservatore e amico del Centro, padre Francesco Occhetta, scrittore della rivista dei Gesuiti La Civiltà Cattolica ha raccolto in un prezioso libro le sue osservazioni e proposte, che nascono da esperienze dirette in Italia e nel mondo, a contatto con realtà di base, opere, nel mondo non profit e dialogo nelle istituzioni. I

L’incontro di Milano promosso dalla San Paolo editore, che pubblica il libro, con la collaborazione del Centro Culturale di Milano e della Fondazione della Sussidiarietà è un’occasione, come altre se ne troveranno nel nostro Programma 2019/20 per essere più consapevoli e maggiormente coraggiosi.

Il libro, percorso

Quali sono le caratteristiche dei populismi europei? Quali riforme mancano al Paese? Quale contributo possono dare i credenti e la Chiesa in Italia alla vita pubblica? Il volume, per servire da bussola, offre criteri e proposte concrete per rilanciare il dibattito politico nei luoghi vitali della società e delle istituzioni. Il lettore avrà un confronto sui modelli di integrazione, sulla riforma del servizio pubblico, sulle riforme costituzionali bloccate. Ma anche sulla riforma del lavoro, della giustizia, della pubblica amministrazione e altre ancora. Infine è spiegata un’esperienza di formazione pre-politica e pre-partitica per preparare e selezionare una nuova classe dirigente e connettere le esperienze virtuose presenti nella società italiana. Il discernimento in politica è una lotta che porta alla costruzione del bene comune, un’arte che realizza umanamente chi la pratica, un appello alla coscienza di un popolo per risvegliarlo e nutrirlo di vita.

condividi