Otto appuntamenti alla riscoperta dell’arte 
di un secolo più grande di quanto immaginiamo.

Un pensiero unico – uniformato e accettato troppo supinamente – risolve l’esperienza dell’arte del ‘900 secondo categorie standard: dalla perdita di identità alla negatività rispetto alla storia e alla realtà, dalla censura col passato sino all’oltranzismo formale come corsa verso la “fine dell’arte”. Ma è davvero così?
E cosa accade se si rileggono alcuni passaggi chiave dell’arte del ‘900 prescindendo da questi sguardi acquisiti?
Per rispondere a queste domande il Centro Culturale di Milano e l’Associazione Giovanni Testori organizzano un corso di 8 lezioni curato da Giuseppe Frangi e sette critici e storici dell’arte, realizzato in forma di dialogo, per riscoprire e sciogliere alcuni nodi decisivi dell’arte del Novecento. Per intercettare meglio gli interessi e le domande dei partecipanti, gli incontri verranno preparati anche attraverso domande che gli iscritti potranno far pervenire anticipatamente ai docenti.

Al termine dei corsi gli iscritti saranno omaggiati di un e-book multuimediale con testi e immagini delle lezioni.

Luogo: Sala Verri del Centro Culturale di Milano

Scopri il calendario del corso e i docenti

Iscriviti subito

Con il contributo di
Fastweb

 

 

 

 


Lunedì 1 giungo 2020 h. 21.00

“L’involontaria rivolta dell’uomo consapevole della propria fragilità”
nei 50 anni dalla morte (1 giugno 1970)

Clicca qui per vedere il video

uno straordinario dialogo con alcuni poeti e critici letterari

Nicola Bultrini
, poeta e scrittore, Roma
Giuseppe Conte, poeta e scrittore, Sanremo
Roberto Galaverni, de “La Lettura” del Corriere della Sera, Berlino
Francesco Napoli, Mondadori, Milano
con letture dell’attrice Laura Piazza
e spezzoni del docufilm Rai di Gabrella Sica “Vita di un uomo”