Dopo un anno di attività l’acceleratore Large Hadron Collider (LHC) mostra già i primi risultati. I segnali recentemente ottenuti indicano quello che i fisici teorici chiamano plasma di quark e gluoni, cioè lo stato della materia ai primordi dell´universo, con temperature di decine di migliaia di miliardi di gradi, quando le particelle più pesanti, i quark, non erano ancora legate a formare i nuclei atomici e si mescolavano con le particelle leganti, i gluoni.

Intervengono:
Fabiola Gianotti, coordinatrice del progetto ATLAS
Lucio Rossi, responsabile dei magneti superconduttori di LHC

coordina:
Mario Gargantini, giornalista scientifico

 

Approfondimenti
Invito
Comunicato Stampa
Audio dell'Evento


Clicca qui per vedere il video

con Marcello Massimini
Docente di Fisiologia umana presso l’Università degli Studi di Milano.
Autore, con Giulio Tononi, di Nulla di più grande, Baldini & Castoldi